Percentuali e Commenti positivi dal versante balcanico dell’Adriatico per l’ Export Made in Italy

Percentuali e Commenti positivi dal versante balcanico dell’Adriatico per l’ Export Made in Italy

Secondo gli ultimi dati Sace relativi all’andamento di esportazioni italiane, il nostro Paese sta avendo un bilancio positivo sul versante oltre-Adriatico.
Algeria, Croazia Slovenia e Tunisia rimangono stabili in un range relativo alle quote di mercato export che oscilla tra il 10 e 15%, inseguendo la Germania, avanti di una sola percentuale in più.
In dettaglio: Tunisia (14,5% la quota dell’Italia sulle importazioni del Paese, 7,2% quella della Germania), Libia (9,4% noi, 6,8% loro), Marocco (5,3 contro 4,8), Libano (8,4 contro 5,9) e Algeria (10,3 contro 5,2).

In particolare, il caso dell’Algeria è interessante. Secondo un precedente report Sace, che individua i 39 mercati mondiali più promettenti per l’export delle nostre aziende, L’Algeria risulta essere uno dei Paesi a più alto potenziale. E vi sono altri Paesi in cui l’Italia ha un buon posizionamento in termini di export. Alessandro Terzulli, economista di Sace, ce lo racconta: «In Qatar, per esempio la quota di export delle aziende italiane è del 5,7%, quasi il doppio di quella delle imprese francesi, ed è anche molto vicina a quella dei tedeschi».

Particolarmente rilevanti, la percentuale di export in Albania del 29,8%, che batte nettamente la Germania (6,8%) e la Francia (1,9%). Ciò anche grazie a nuovo Codice Doganale emanato anche grazie all’assistenza dell’Unione Europea, che disciplina la legislazione albanese in materia doganale (legge n. 8449/1999). A seguito dell’entrata in vigore del Codice sono state poi emanate le nuove tariffe doganali (l. n. 8981/2002 modificata con l. n. 9160/2003) e le disposizioni di attuazione del codice.
Infine, i dati Sace segnalano aspetti in crescita anche per  l’Egitto: sebbene la Germania abbia una quota del 7,8%, le imprese italiane hanno raggiunto il 4,6% del mercato. Riportando i commenti di Terzulli  «al Cairo le potenzialità sono molte, visto che stanno partendo diversi progetti, soprattutto infrastrutturali». Un’opportunità in più per tentare il commercio con l’estero, affidandosi a una società di consulenza esperta e presente da anni principali mercati internazionali. La nostra società per l’internazionalizzazione è presente in UK, Russia, Germania, Abu Dhabi e anche a Il Cairo, per offrire opportunità di export del Made in Italy.

Annunci